Egitto: 75 condannati a morte. Tra loro molti Fratelli Musulmani

Un tribunale egiziano ha condannato a morte 75 persone per aver partecipato alle proteste del 2013 contro la destituzione di Mohamed Morsi. Tra di loro ci sono molti leader dei Fratelli Musulmani.

Tuttavia ancora le sentenze non sono definitive in quanto per la legge egiziana per le sentenze capitali prevede un parere non vincolante del Gran Mufti.

La Fratellanza Musulmana è stata messa fuorilegge in Egitto dopo che è salito al potere l’attuale Presidente, Abdel Fatah al Sisi.