Gaza: la UNRWA evacua personale straniero dopo protese

La UNRWA, l’agenzia Onu per i palestinesi, ha deciso oggi di evacuare il personale straniero dalla Striscia di Gaza dopo le violente proteste scoppiate a seguito della decisione dell’agenzia ONU di ridurre drasticamente il personale locale.

Matthias Schmale, direttore delle operazioni della UNRWA, ha detto oggi che nove membri del personale internazionale che occupano “lavori non essenziali” verranno trasferiti temporaneamente a Gerusalemme in attesa che la situazione si calmi.

La UNRWA sta affrontando un gravissima crisi finanziaria dopo che l’Amministrazione americana ha deciso di tagliare tutti i finanziamenti destinati alla agenzia per i palestinesi, finanziamenti che ammontano a 300 milioni di dollari. A causa di questa crisi la UNRWA si è vista costretta a licenziare 113 operatori di Gaza e a cambiare il contratto a molti altri trasformandolo in un contratto di lavoro part-time. Questo ha scatenato le proteste degli abitanti di Gaza verso l’agenzia e verso Israele e gli Stati Uniti, proteste che stanno riguardando anche la linea di confine tra Gaza e Israele.

Se ti piace condividi

Recently Published Stories

Razzo lanciato da Gaza su Israele: in risposta IAF bombarda base Hamas

Erano le 3:18 locali quando le sirene dell’allarme rosso sono suonate ad Ashkelon e nel

Se ti piace condividi

Esercito siriano si posiziona a difesa del Kurdistan siriano

Secondo una fonte militare curda le forze democratiche siriane guidate dai curdi (SDF) hanno ceduto

Se ti piace condividi

IDF mostra distruzione di un tunnel di Hezbollah [video]

In un video diffuso questa mattina l’esercito israeliano ha mostrato al mondo la distruzione di

Se ti piace condividi

Trump annuncia il ritiro delle truppe USA dalla Siria? E i curdi?

Con un Twitt pubblicato poco fa il Presidente americano, Donald Trump, sembra confermare le voci

Se ti piace condividi

Kurdistan siriano: c’è l’OK di Trump ad azione militare turca

La Turchia potrebbe avviare una nuova operazione militare nel Kurdistan siriano in qualsiasi momento. Se

Se ti piace condividi