Medio Oriente: Australia non darà più soldi ai palestinesi per pagare i terroristi

By , in Medio Oriente on . Tagged width: , , ,

Gerusalemme, Israele (Rights Reporter) – L’Australia non darà più alcun finanziamento diretto alla Autorità Nazionale Palestinese (ANP). A comunicarlo è il Ministro degli Esteri australiano, Julie Bishop, in visita oggi in Israele.

«Sono fiduciosa e spero che i precedenti finanziamenti australiani all’Autorità palestinese attraverso la Banca mondiale siano stati utilizzati come previsto, ma temo che non sia così» ha detto la Bishop.

Il Ministro degli Esteri australiano teme, a ragione, che quel denaro donato dall’Australia sia finito alla OLP (Organizzazione per la Liberazione della Palestina) e da questi al pagamento dei vitalizi per i terroristi, «una cosa che l’Australia non potrebbe accettare» ha detto la Bishop.

La donazione da parte dell’Australia di 10 milioni di dollari australiani (7,4 milioni di dollari) al fondo fiduciario palestinese verrà quindi devoluta al Fondo umanitario delle Nazioni Unite per i territori palestinesi che fornisce ai palestinesi vulnerabili assistenza sanitaria, cibo, acqua, servizi igienici e alloggi migliori.

I 43 milioni di dollari australiani stanziati dall’Australia per l’anno fiscale corrente e destinati all’assistenza umanitaria nella regione non verranno amministrati da nessun ente palestinese.

Molto soddisfatto il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, che nel ringraziare il Ministro degli Esteri australiano ha detto che «Israele è felice della decisione annunciata dal Ministro Bishop volta a non permettere più alla Autorità Palestinese di usare trucchi sul suo bilancio per alimentare il terrorismo e l’odio anti-israeliano»