Netanyahu: «Abbas continua a fuggire dalla Pace». Duro attacco anche dalla Haley

Il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha attaccato il presidente dell’Autorità palestinese Mahmoud Abbas per il suo discorso pronunciato ieri all’ONU: «Abbas non ha detto nulla di nuovo, continua a scappare dalla pace e paga ai terroristi e alle loro famiglie 347 milioni di dollari ogni anno» ha detto Netanyahu.

Contro il Presidente palestinese durissimo attacco anche dal rappresentante americano all’ONU, Nikki Haley, la quale rivolgendosi ad Abbas ha detto che gli Stati Uniti vogliono la pace ma che non sono disposti a inseguire le follie di Abbas.

«I palestinesi hanno due vie» ha detto la Haley «proseguire con il percorso di richieste assolutiste, odiosa retorica e l’incitamento alla violenza, oppure seguire la via della negoziazione e del compromesso».

Nikki Haley ha invitato infine il Presidente palestinese a mettere da parte la sua rabbia sulla decisione americana in merito a Gerusalemme capitale e accettare il ruolo americano. «La strada scelta da Abbas non porterà nessun beneficio al popolo palestinese» ha concluso la Haley

Se ti piace condividi

Recently Published Stories

Razzo lanciato da Gaza su Israele: in risposta IAF bombarda base Hamas

Erano le 3:18 locali quando le sirene dell’allarme rosso sono suonate ad Ashkelon e nel

Se ti piace condividi

Esercito siriano si posiziona a difesa del Kurdistan siriano

Secondo una fonte militare curda le forze democratiche siriane guidate dai curdi (SDF) hanno ceduto

Se ti piace condividi

IDF mostra distruzione di un tunnel di Hezbollah [video]

In un video diffuso questa mattina l’esercito israeliano ha mostrato al mondo la distruzione di

Se ti piace condividi

Trump annuncia il ritiro delle truppe USA dalla Siria? E i curdi?

Con un Twitt pubblicato poco fa il Presidente americano, Donald Trump, sembra confermare le voci

Se ti piace condividi

Kurdistan siriano: c’è l’OK di Trump ad azione militare turca

La Turchia potrebbe avviare una nuova operazione militare nel Kurdistan siriano in qualsiasi momento. Se

Se ti piace condividi