Siria, regione di Afrin (Kurdistan): turchi uccidono 18 civili nella notte

By , in Medio Oriente on . Tagged width: , , , ,

Almeno 18 civili, tra i quali cinque bambini, sono stati uccisi nella notte appena passata dai bombardamenti turchi. Lo rendono noto fonti curde riprese dall’agenzia Rudaw.

Il portavoce del YPG, Redur Khalil, ha detto questa mattina che l’attacco ad Afrin è un vero e proprio sterminio di civili.

Molto raramente si parla delle vittime civili dell’attacco turco alla regione di Afrin, nel Kurdistan siriano. Pochi giorni fa la Turchia ha reso noto il numero dei curdi uccisi fino ad oggi ma sulle vittime civili, che sarebbero centinaia, non ha detto una parola.

Intanto continua la fuga della popolazione dall’area dei combattimenti. Durante la notte appena passata almeno 2.500 civili hanno raggiunto la zona di sicurezza sotto il controllo dell’esercito siriano.

Fortissimi combattimenti tra curdi ed esercito turco appoggiato da milizie arabe, vengono segnalati a nord di Afrin dove i turchi hanno cercato di sfondare le linee dell’eroica resistenza curda.